mercoledì 6 marzo 2013

La Parola che prega in noi



Vieni, vieni chiunque tu sia,
viandante e pellegrino senza dimora,
che cerchi oltre, quando quell’Oltre sta alle tue porte.
Vieni, anche se ti senti inadeguato e lontano,
c’è una parola anche per te,
Parola pronta ad accoglierti,
a fasciare e guarire le tue ferite,
a gettare semi di speranza sul tuo cammino.
Vieni ed entra con noi nella dimora dell’incontro,
innalza la tua lode con la preghiera semplice dei Salmi.
Vieni, tu che cerchi e non sai dove andare,
vieni, togliti i sandali
e lasciati travolgere dalla Sua bellezza.



La nostra fraternità è pronta ad accoglierti
e a pregare con te, per te, con Lui,

Ogni lunedì alle 19.00 la preghiera dei salmi e
l’adorazione eucaristica
Cappella Sant’Antonio Dottore
presso Istituto Teologico
Via S. Massimo 25, Padova




*************



Salmo 1

Il salmo 1 rappresenta il portale d’ingresso attraverso il quale si entra nel ricco mondo dei salmi. Queste poche righe sono la prefazione di tutto il libro dei salmi e la sintesi perfetta di tutta la vita umana.

Il salmo 1 presenta la beatitudine di chi rimane fermo nella meditazione della Parola del Signore e la mette in pratica. Il vero credente, è colui che medita la Parola giorno e notte, per poter affrontare le vicende della vita con rettitudine. La meditazione assidua della Parola rende stabile e fecondo il suo cammino, attento agli ostacoli di che lo raggira con inganni e sufficienza di parole.
È un salmo che dona pace, che infonde lo spirito di perseveranza sulle strade intraprese. Meditare la Parola del Signore è meditare quanto ha fatto e detto Cristo Gesù, è desiderio di vivere Cristo nella propria vita. È scegliere di entrare alla sua Presenza, di accogliere la storia d’amore che ha pensato per ciascuno di noi.




Salmo 1 - Le due vie dell’uomo


Beato l’uomo che non entra nel consiglio dei malvagi,
  non resta nella via dei peccatori
  e non siede in compagnia degli arroganti,

ma nella legge del Signore trova la sua gioia,
  la sua legge medita giorno e notte.

È come albero piantato lungo corsi d’acqua,
  che dà frutto a suo tempo:
  le sue foglie non appassiscono
  e tutto quello che fa, riesce bene.

Non così, non così i malvagi,
  ma come pula che il vento disperde;

perciò non si alzeranno i malvagi nel giudizio
  né i peccatori nell'assemblea dei giusti,

poiché il Signore veglia sul cammino dei giusti,
        mentre la via dei malvagi va in rovina.

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento