venerdì 12 luglio 2013

XV domenica Tempo Ordinario Lc 10,25-37


“Chi ha avuto compassione di lui”… Farsi prossimi e avere compassione sono gli inviti del Signore in questa domenica. Etimologicamente compassione significa semplicemente “patire con”. Patire con tutti quelli che sono nel pianto, dice anche san Paolo nella lettera ai Romani, invitando anche tutti noi ad avere gli stessi sentimenti di Cristo. E’ il farsi prossimi, vicini, accanto, allo stesso stato di “salute esperienziale dell’anima” di chi si incontra. Non serve far molto, ha già fatto tutto Nostro Signore. A noi ci verrà chiesto se ci siamo presi cura di lui, come fossimo quell’albergatore del Vangelo. Ce lo ha condotto Lui il fratello caduto nelle mani dei briganti. La ricompensa va ben oltre i due denari. La vita eterna è la ricompensa, già promessa, già realizzata da Lui; a noi custodirla! Facciamola germogliare, qui e ora, come una profezia e una caparra d’eternità.


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento