venerdì 20 settembre 2013

XXV Domenica del Tempo Ordinario Lc 16,1-13


E' dal poco che si vede chi è l'uomo. Ragioniamo spesso a grandi misure, grandi progetti, senza renderci conto che l'essenziale è rispondere a Dio nel piccolo, nell'umiltà, nella mitezza, nel nascondimento. Questo non è l'atteggiamento dei "vinti", di chi subisce la vita, di chi è apatico. No, questo è l'atteggiamento proprio di chi affronta con coraggio la vita, audace nell'andare controcorrente. Sì, il vangelo è una Parola scomoda. Ciò che conta, ciò che pizzica veramente le corde del cuore, è proprio la sequela di Cristo che, ancora oggi, chiama persone a seguirlo per dar loro la vita eterna, rinascendo proprio oggi grazie alla Sua misericordia, che è eterna!


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento