venerdì 19 settembre 2014

XXV Domenica del T.O. Mt 20,1-16a


I nostri pensieri non sono i pensieri del Signore: i Suoi “sovrastano” incomparabilmente i nostri [cf. Is 55,8.9]. Il Signore tuttavia è vicino a quanti Lo invocano con sincerità [cf. Sal 144,18]. Se poi si giunge alla grazia di vivere con Cristo, il lavoro porta frutto, e tra vivere qui in terra ed essere in Lui col Padre e lo Spirito (cioè in paradiso) non si sa più cosa scegliere [cf. Fil 1,21-22]. Ma chi decide di seguire Gesù, badi bene di non stupirsi del Suo immenso amore: quanto ne ha per lui, infatti, altrettanto se non di più ne ha per gli altri... per tutti... e in particolare per gli ultimi!

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento